/ Attualità

Attualità | 09 dicembre 2020, 14:16

Nichelino in lutto per la scomparsa di Paolo Ruffino, uno degli ultimi combattenti partigiani

Aveva 94 anni. Fatale un incidente domestico

Nichelino in lutto per la scomparsa di Paolo Ruffino, uno degli ultimi combattenti partigiani

Nichelino è in lutto. A 94 anni si è spento, a seguito di un incidente domestico, Paolo Ruffino, uno degli ultimi combattenti partigiani ancora in vita.

Con lui se ne va un pezzo di storia, non solo della città, per l'impegno che Ruffino ha sempre speso, nel corso degli anni, per tenere viva la memoria della Resistenza, andando nelle scuole, parlando con i giovani, partecipando a decine di manifestazioni, non dicendo mai di no ogni volta che gli si chiedeva di prendere parte a un evento o ad una commemorazione.

A dare la notizia della morte di Ruffino l'Anpi, che ne ha ricordato la generosità e l'impegno messi sempre in campo. Per il giorno dei funerali, ancora da definire, facile immaginare che a Nichelino sarà proclamato il lutto cittadino.

Due anni fa lo storico partigiano aveva preso parte alla cerimonia di consegna delle Medaglie della Liberazione conferite con decreto del Ministero della Difesa ai partigiani che si distinserò durante la guerra in montagna contro i nazisti e i fascisti. Per lui, che non mancava mai l'appuntamento in piazza con il 25 Aprile, quest'anno era stata una Festa della Liberazione insolita, costretto in casa dalla pandemia.

Così lo ha ricordato il sindaco Giampiero Tolardo: "La città è addolorata per la morte di Paolo, una persona che per Nichelino era il simbolo della Resistenza. Con la lotta partigiana ci è stato consegnato un mondo libero e democratico. Grazie Paolo, il tuo esempio non sarà dimenticato".

Massimo De Marzi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium