/ Attualità

Attualità | 13 maggio 2024, 07:07

Il Piemonte sguazza nella neve (+62%) e si ritrova con tutti i fiumi pieni d'acqua

Lo dicono i dati Arpa, risalgono anche i livelli di falda

neve in montagna

Il Piemonte registra un +62% di livello nevoso in questo periodo rispetto alla norma

Il pianeta continua a scaldarsi, ma le precipitazioni quest'anno hanno davvero dato una mano a limitare i danni. Lo dicono gli ultimi dati degli esperti, a cominciare da quelli dell'agenzia regionale di Arpa Piemonte. Sia per quanto riguarda la neve che per quanto riguarda l'acqua.

Un +62% di neve

Le rilevazioni, infatti, registrano in Piemonte un surplus di neve sulla norma del 62% e anche nella vicina Valle d'Aosta il manto nevoso è nettamente superiore al consueto. Basti pensare che nel comprensorio di Morgex-Lavancher si arriva a quasi tre metri e mezzo di neve, secondo i dati del Centro Funzionale Regionale. Ma è una condizione comune a tutto l'arco alpino, mentre è il Sud del Paese a soffrire già adesso la morsa della siccità.

Anche i fiumi hanno più acqua del solito

Così come per la neve, conseguentemente, anche i corsi d'acqua del Piemonte sono particolarmente "in forma". Sono in rialzo i livelli di tutti i principali fiumi ed anche del Tanaro (ora a +15% sulla media) dopo il leggero deficit nel mese d'aprile, in controtendenza rispetto alle straordinarie performance registrate il mese scorso dagli altri corsi d'acqua regionali (Toce +100%, Stura di Demonte +77%). In risalita anche i livelli di falda in tutta la regione.

Massimiliano Sciullo

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium