/ Viabilità e trasporti

Viabilità e trasporti | 22 gennaio 2024, 18:44

Un guasto ad Airasca ferma di nuovo i treni sulla Torino-Pinerolo

La protesta di un pendolare verso la Regione: “Se intendete preservare il servizio ferroviario su questa linea è necessario che vi attiviate per fare sì che episodi come quelli che le ho descritto non si verifichino più”

La stazione di Pinerolo

La stazione di Pinerolo

Sulla banchina della stazione ferroviaria di Pinerolo c’erano un centinaio di persone, stamattina, quando hanno scoperto che il treno delle 7,46 era soppresso. L’hanno saputo solo 4 minuti prima e un utente ha scritto all’assessore regionale Marco Gabusi per manifestare il suo disappunto.

Una linea, quella della Torino-Pinerolo, da anni al centro di proteste e polemiche. E da inizio anno anche nel mirino dell’ironia del comico e attore veneto Natalino Balasso.

Nella lettera il pendolare non cita solo lo “sgradevole episodio” di stamattina, ma anche di un mesetto fa: “Quando i passeggeri di un intero convoglio sono stati obbligati a scendere a Candiolo per soppressione e accorpamento con il treno successivo. Persone anziane, bambini e persone disabili sotto la pioggia a dicembre per venti minuti”. Secondo lui queste situazioni allontanano gli utenti dal trasporto pubblico: “Lei capisce che questo genere di inaffidabilità e disservizi e, lo dico francamente, menefreghismo nei confronti dei passeggeri che pagano il biglietto rende difficile scegliere di muoversi in treno per chi deve rispettare degli orari per recarsi a lavoro o allo studio”. Per il pendolare è necessario intervenire, se l’obiettivo è favorire l’uso del mezzo pubblico: “Se intendete preservare il servizio ferroviario su questa linea è necessario che vi attiviate per fare sì che episodi come quelli che le ho descritto non si verifichino più”.

A rispondere alle contestazioni è proprio l’assessore Gabusi: “La linea Pinerolo-Torino sta evidenziando, purtroppo, una serie di problemi di accesso al nodo, oltre che al problema cronico dei passaggi a livello – scrive in una nota –. Questa mattina si è verificato un grave gusto alla stazione di Airasca che ha portato alle soppressioni dei treni. Ma ribadisce gli obiettivi della Regione: “Sin dal nostro insediamento stiamo lavorando, insieme al gestore dell’infrastruttura, al piano di rimozione dei passaggi a livello che ha avuto la condivisione del territorio e che prevede nell’ordine Vinovo, Airasca e Piscina. Abbiamo inoltre richiesto a Rfi uno studio di fattibilità su ulteriori rimozioni di passaggi a livello sulla linea Pinerolo-Torino – elenca –. Tra l’altro, in ottica di miglioramento del servizio di linea, proprio in questi giorni sulla linea sfm2 inizieranno ad essere in circolazione i nuovi treni Rock”. Poi la promessa: “Continueremo a lavorare per risolvere tutte le criticità di questa linea”.

Marco Bertello

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium