ELEZIONI REGIONALI
 / Economia e lavoro

Economia e lavoro | 29 settembre 2023, 10:45

Dopo due anni di attesa: il Polo Tecnologico Piemontese di Candiolo apre le porte

Finanziata da Finpiemonte, la struttura di via Sestriere 17 si presenta come un ‘condominio industriale’ per imprese che operano nel campo biomedicale

Antonio Graziano taglia il nastro per inaugurare il nuovo polo

Antonio Graziano taglia il nastro per inaugurare il nuovo polo

L’idea è attirare imprese innovative nel campo biomedicale e farle crescere nello stesso luogo di lavoro. Il Polo Tecnologico Piemontese (Ptp) di Candiolo ha aperto ieri le sue porte, alla presenza dell’assessore regionale Andrea Tronzano: un’inaugurazione attesa da due anni. Il centro di via Sestriere 17, infatti, doveva essere pronto già nell’autunno del 2021, ma lungaggini burocratiche hanno portato a oggi.

L’intervento da circa due milioni di euro, finanziato in parte dalla Finpiemonte, tramite il Bando Regionale Attrazione Investimenti, ha permesso di realizzare un complesso da 6.000 metri quadri di superficie coperta. Al momento occupati dal gruppo Rigenera HBW di Antonio Graziano e dei soci Riccardo d’Aquino e Alberto Sicurella, dalla Pharma Help! e dalla Fondazione Shro Italia. Rigenera opera dal 2013 nel campo della medicina rigenerativa e ha una 50ina di dipendenti tra la sede italiana e quelle nel resto del mondo. Mentre Pharma Help! è un’azienda collegata per operare sul mercato britannico, dopo la Brexit. Infine Shro avrà il compito di gestire gli altri spazi del fabbricato, che sono a disposizione di aziende innovative nel campo biomedicale.

Il polo, nei pensieri di Graziano e soci, sarà quindi una sorta di ‘condominio industriale’, dove le aziende potranno lavorare a stretto contatto, collaborare su eventuali progetti comuni e ampliare i loro mercati.

Su questo fronte c’è già un discorso aperto con un’impresa brasiliana che produce un ecografo d’avanguardia.

La nascita del nuovo polo non può non far pensare a un’eccellenza che si trova a poche centinaia di metri, l’Irccs: “Lavoriamo in settore differenti, ma è capitato di collaborare in passato e spero ricapiti in futuro – si auspica Graziano, che è Ceo di Rigenera –. La presenza dell’Irccs e la nostra può aiutare a far diventare Candiolo una ‘Medical Valley’”.

Marco Bertello

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium