ELEZIONI REGIONALI
 / Eventi

Eventi | 11 maggio 2022, 14:51

Storie di migranti piemontesi per aiutare la popolazione del Libano con Medical Hope

Enzo Secondo presenterà a Pinerolo, Villar Perosa e Torre Pellice il crowdfunding per il libro ‘Sette marinai, sette infermiere’, che ha uno scopo di sostenere il progetto realizzato curato dal medico Luciano Griso

Da sinistra, Mario e Lucia, i genitori di Secondo, con altri piemontesi immigrati a Göteborg. Sullo sfondo una baracca della Colonia Italiana della Skf.

Da sinistra, Mario e Lucia, i genitori di Secondo, con altri piemontesi immigrati a Göteborg. Sullo sfondo una baracca della Colonia Italiana della Skf

Tre presentazioni nel Pinerolese per finanziare il crowdfunding del libro ‘Sette marinai, sette infermiere – Storie, ritratti e memorie di piemontesi che migravano a zig-zag’ di Enzo Secondo, ex insegnante di inglese residente a San Secondo. I proventi saranno devoluti all’organizzazione Medical Hope, fondata dal medico pinerolese Luciano Griso.

Nato in Svezia nel 1952 da famiglia piemontese, Secondo ha poi vissuto fino ai sedici anni in Sudafrica, prima di tornare definitivamente in Italia. Nel suo libro d’esordio ha deciso di raccontare, attraverso 10 narratori, le storie di altri migranti piemontesi, ricostruendo i racconti reali di vari personaggi originari del pinerolese anche attraverso la voce di ‘spiriti’ di oggetti a loro cari, come una casa, una scuola, un albergo e un pianoforte.

“L’idea nasce dal contatto che ho avuto con Rudi, anche lui un ‘migrante atipico’. Ha passato l’infanzia e la gioventù tra Svezia, Finlandia, Svizzera e Pakistan, convinto di essere figlio di un uomo svedese. In età adulta ha invece scoperto di essere figlio, non riconosciuto, di un italiano, trovandone la tomba a Pinerolo. Suo padre era un mio parente e l’ho aiutato a ricostruire la sua storia e le sue origini. Il mio e il suo percorso sono la base fondante su cui si poggiano tutte le altre storie del libro” racconta Secondo.

‘Sette marinai, sette infermiere’ uscirà nel dicembre 2022, edito da Bookabook, casa editrice che dà la possibilità agli autori di presentare la propria opera e fornirne un’anteprima, e ai lettori di preordinare il libro finanziandone la stampa. Al momento l’obiettivo della campagna di crowdfunding, che si concluderà il 9 giugno, è di raggiungere e superare le 200 copie. Sulla pagina del libro è infatti possibile leggere un racconto in anteprima e preordinare una copia cartacea o in formato e-book.

Tutti i proventi a titolo di diritti d’autore saranno devoluti a Medical Hope, progetto sanitario nato a sostegno dei corridoi umanitari di Mediterranean Hope, il programma rifugiati e migranti della Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia. “Ultimamente molte situazioni drammatiche del mondo sono sparite dagli occhi del pubblico. Progetti come questi, che sostengono le popolazioni di Siria, Libano e Libia, hanno costantemente bisogno di aiuto e va data loro visibilità, sostenendo iniziative come l’organizzazione di trasporto di famiglie e di malati verso l’Italia” spiega Secondo. Il referente di Medical Hope, il medico pinerolese Luciano Griso, lavora attualmente in una clinica di quartiere aperta a Beirut in Libano a febbraio 2022. “Con l’aumentare delle copie del libro preordinate aumenterà anche la quantità di diritti d’autore, per questo spero di superare le 200 in modo da poter donare il più possibile” aggiunge Secondo.

Il preordine del libro sarà possibile anche di persona, in occasione delle presentazioni. La prima si terrà domani, giovedì 12 maggio, alle 21 al Tempio Valdese di Pinerolo, in via dei Mille 1, e sarà organizzata in collaborazione con l’Associazione Culturale Valdese Ettore Serafino. La presentazione sarà accompagnata da letture e commenti di brani del libro, con le voci di Alice Depetris, Giovanni Freiria, Bruna Laudi, Marcello Littera e Raffaella Tealdi. La seconda si terrà venerdì 13 maggio alle 21, al Museo della Meccanica e del Cuscinetto di Villar Perosa, in via Nazionale 24, dove ci si concentrerà maggiormente sulla parte svedese dei racconti. La terza sarà sabato 14 maggio alle 17 alla Civica Galleria d'Arte Moderna Scroppo di Torre Pellice, in via Roberto d’Azeglio 10, in collaborazione con l’associazione Hari, occasione in cui sarà presente anche Luciana Tortore, ex emigrata in Svezia e Miss Torre Pellice 1956. Per tutti gli eventi l’ingresso è libero e regolato dalle normative Covid-19 vigenti.

Rosa Mosso

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium