/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 12 gennaio 2022, 18:00

Con nuovi servizi per i suoi soci, la Cooperativa Vigonese è pronta per la prossima campagna maidicola

Nel 2021 la società agricola ha ritirato il 4% in più di mais dai suoi coltivatori, che hanno beneficiato anche dell'aumento dei prezzi. Nel 2022 bisognerà affrontare il costo più alto delle materie prime

Con nuovi servizi per i suoi soci, la Cooperativa Vigonese è pronta per la prossima campagna maidicola

Nel 2020 aveva registrato uno dei migliori risultati d'esercizio degli ultimi anni e, nel 2021, la Società Agricola Cooperativa Vigonese ha ritirato dai suoi soci un quantitativo di cereali che ha superato la soglia dei 500.00 quintali, circa il 4% in più rispetto all’anno precedente. Ora si appresta a affrontare le sfide non semplici del 2022, con un bagaglio di esperienza quarantennale: “I soci della cooperativa, lo scorso anno, hanno beneficiato dell’aumento dei prezzi dei cereali ma ora stanno subendo il forte aumento delle materie prime: metano, energia, fertilizzanti ecc., in parte dovuto agli effetti negativi della pandemia sul sistema economico globale” rivela il presidente della Vigonese, Filippo Bertello.

La Cooperativa rimane il punto di riferimento per il Basso Pinerolese, terra tradizionalmente vocata alla produzione del mais e lo scorso anno, nonostante le difficoltà legate alla pandemia, non ha fatto mancare l'assistenza puntuale ai suoi circa 400 soci. “Nel 2021, durante l’emergenza sanitaria, la Vigonese ha resistito senza sospendere le attività, assicurando le forniture di tutti i mezzi tecnici necessari per le semine primaverili e autunnali: fertilizzanti, sementi, fitofarmaci e i vari servizi per le pratiche agricole”. Nello stesso anno la Vigonese si è aperta a un nuovo settore produttivo: “Ha fornito ai suoi soci l’opportunità di produrre pomodori da industria – continua Bertello –. L’iniziativa è gestita tramite la Filiere Green, Cooperativa nata nel 2019 per volontà delle Cooperative Vigonese, Agri 2000 e Rivese, facenti parte del gruppo CAPAC”.

Per affrontare unitariamente le incognite del nuovo anno, la Cooperativa ha riaperto i seminari in presenza: “Dopo due anni di comunicazioni da remoto, siamo tornati a convocare i soci in presenza per approfondire le tematiche di natura tecnica che imporrà il 2022”.

informazione pubblicitaria

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium