/ Politica

Politica | 05 gennaio 2021, 16:37

Pinerolo 2021: il tavolo tra forze politiche promosso da Sinistra italiana va avanti

Dopo la fuoriuscita della maggioranza cittadina, il Pd attacca: “Il sindaco è ostaggio del M5S e delle sue contraddizioni”

Municipio di Pinerolo

Il tavolo di confronto indetto da Sinistra italiana pinerolese va avanti. Il circolo ha deciso di riunirsi virtualmente giovedì sera con chi ci sta a continuare il cammino. Dopo la fuoriuscita dei Cinque Stelle si profila un nuovo panorama di alleanze, con il Pd e una parte della sinistra pinerolese che si avvicinano in vista delle elezioni Comunali del prossimo anno.

A giugno, sotto la regia di Sinistra italiana, si era aperto un confronto con altre forze politiche: M5S, Pd, Articolo 1 e Rosso pinerolese.

Lo scopo era lavorare a un programma amministrativo per i prossimi 5 anni e creare uno schieramento che ricordasse quello dell’attuale governo nazionale, ma senza renziani. Ieri il sindaco Luca Salvai ha rilanciato la sua candidatura e l’ha definita ‘laica’, aprendo di fatto alla creazione di una o più liste civiche a sostegno del suo nome – liste civiche che sono già in fase di preparazione grazie al lavoro, tra gli altri, di assessori come Francesca Costarelli e Lara Pezzano.

Una mossa seguita stamattina dal comunicato del Movimento Cinque Stelle che sancisce la fine dell’era del dialogo: “Allo stesso entusiasmo del 2016 si somma, questa volta, l’esperienza di questi 5 anni trascorsi. Non abbiamo pertanto paura di giocarci le nostre carte e se i cittadini ci affideranno di nuovo il governo della città, ora sanno che lo porteremo a compimento senza l’appesantimento del condividere ogni decisione con chi non ha – legittimamente – la nostra visione di futuro. A cominciare dal giorno successivo il voto”.

Dopo le ultime evoluzioni il Pd non risparmia un attacco al sindaco e ai suoi: “È ostaggio del M5S e delle sue contraddizioni e incapacità di lettura delle dinamiche cittadine e del clima sociale che sta emergendo. È prevalsa la logica del preferire l’annuncio ad effetto e il richiamo all’autosufficienza politica”.

La rottura del dialogo si è consumata sulla richiesta di discontinuità della futura Amministrazione rispetto a quella uscente. Richiesta che i Cinque Stelle hanno visto come una bocciatura del loro operato, che rendeva impossibile tenere aperto il confronto.

Sinistra italiana, però, ha deciso che il tavolo andrà avanti, confermando l’appuntamento del 7 gennaio: “Speriamo che il Movimento 5 Stelle si riapra al confronto, confronto che noi intendiamo proseguire con quanti/e hanno interesse al bene del Pinerolese nel e dopo il momento elettorale” spiegano dal circolo pinerolese. Ma il tavolo potrebbe perdere un’altra gamba: Rosso pinerolese stasera deciderà se sostenere Salvai o lanciare una candidatura autonoma (presumibilmente quella dell’ex professore Franco Milanesi).

Resterebbero a coltivare un percorso di confronto Sinistra Italiana, Pd e Articolo Uno, aprendo un nuovo scenario nella corsa alla guida del Municipio, che potrebbe arricchirsi cammin facendo.

Marco Bertello

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium