/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 11 settembre 2020, 19:52

Scoppia la protesta del curling di fronte al Comune di Pinerolo (FOTO e VIDEO)

La vicesindaco Costarelli promette una mediazione in extremis

Scoppia la protesta del curling di fronte al Comune di Pinerolo (FOTO e VIDEO)

Cartelli contro il sindaco Luca Salvai e animi caldi oggi pomeriggio di fronte al Comune di Pinerolo per la vicenda del mancato accordo sul Palacurling. Quando è iniziato il discorso del primo cittadino di Pinerolo, si è accesa la protesta degli atleti, dei dirigenti e dei tecnici delle bocce sul ghiaccio. Una protesta che nasce dal mancato accordo con il gestore dell’impianto: lo Sporting club Pinerolo. Stamattina era l’ultimo giorno utile per trovare un’intesa e permettere alle società della città, guidate dalla neonata Pinerolo curling, di partecipare ai campionati. Ora o la Federazione concederà una proroga e si arriverà a un accordo sul campo da gioco, o altrimenti il curling pinerolese sparirà.

Gli atleti e i loro accompagnatori si sono presentati con dei cartelli dove contestavano la frase che il sindaco aveva dichiarato tempo fa al settimanale locale “l’Eco del Chisone”: «Del curling non me ne frega un cazzo». E invocavano una mediazione per avere un campo.

«Non dipende da me, io mi sono già impegnato e il canone di affitto è sceso da 1.200 euro iniziali agli 800 a rink, per il resto è una trattativa tra società» ha ribattuto Salvai in un confronto concitato. Il primo cittadino ha anche tirato una stoccata: «In questa vicenda il Comune non ha un ruolo, perché è una questione tutta interna allo Sporting club». Un riferimento alla rottura in seno al direttivo che ha portato gli atleti del curling fuori dalla società e dal direttivo.

Durante il faccia a faccia infuocato, la vicesindaco Francesca Costarelli ha promesso che il Comune parlerà con il gestore per vedere se ci sono i margini per un eventuale accordo. Ma gli atleti chiedevano uno scioglimento della convenzione che affida il Palacurling a Sporting. Sulla vicenda interviene anche la presidente della società pinerolese, Laura Muzzarelli, che ribatte: «Noi eravamo disponibili a un accordo per far giocare gli atleti. Questo però non è il modo giusto per ottenere ciò che vogliono».

Marco Bertello

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium