ELEZIONI REGIONALI
 / Eventi

Eventi | 06 aprile 2024, 14:31

Uno spettacolo per spazzare via le credenze sul fascismo

È stato scritto per gli 80 anni dall’Eccidio di Cumiana e andrà in scena per la prima volta stasera

Uno scatto del precedente spettacolo ‘L’avventura di Francesca’ (foto di Rudy Allimondi)

Uno scatto del precedente spettacolo ‘L’avventura di Francesca’ (foto di Rudy Allimondi)

“In 20 anni di dittatura si è stati sotto un grigiore, come sotto la polvere, poi ha iniziato a spirare un vento di risveglio e la Resistenza ci ha permesso di riconquistare una visione e un futuro”. Con queste parole il regista Giorgio Gianre introduce il suo spettacolo ‘La polvere e il vento. Fascismo, resistenza e dintorni’. La rappresentazione andrà in scena per la prima volta stasera, sabato 6 aprile, alle 21 e domani, domenica 7 aprile, alle 16, nel teatro parrocchiale. Le due date hanno già realizzato il tutto esaurito, perciò ce ne sarà una terza sabato 13 aprile, alle 21, nello stesso luogo (l’ingresso è libero, ma la prenotazione è obbligatoria, all’edicola Matteo in via Provinciale).

Il testo è stato costruito in occasione dell’80° anniversario dell’Eccidio di Cumiana, dove il 3 aprile 1944 i nazifascisti fucilarono 51 cittadini alla cascina Riva di Caia: “Raccontiamo come era la vita sotto il fascismo, per spazzare via le dicerie e le credenze secondo cui si stava bene, Mussolini aveva fatto cose buone e l’Italia funzionava. Ricordiamo le guerre coloniali, le leggi razziali, l’entrata in guerra… – spiega Gianre –. In questo contesto inseriamo il ricordo dell’Eccidio, per poi guardare al presente e agli episodi di ritorno del fascismo, che la storia ci dovrebbe aiutare a contrastare”.

Lo spettacolo è portato in scena da 3D Cumiana Teatro, con il sostegno di Comune, NoiPieve e dell’Anpi. Protagonisti in scena, oltre a Gianre: Gioele Bellion, Raffaella Bisutti, Paola Miscioscia, Greta Nastasi, Pietro Ricciardi e Matteo Salvai. Le musiche sono affidate a: Mauro Borra, Stefano Colombo, Carlo Daghero, Gerry Francese, Marco Giaccaria, Paolo Gianre, Maria Chiara Maccarrone e Giorgio Ruffinatto. Mentre i cantanti sono: Arianna Accomo, Laura Gentili, Daniela Girardi, Claudio Greco, Ezio lssoglio, Paolo lssoglio, Francesca Maldera, Piera Mari Mollar e Silvano Riboldazzi.

L’evento fa parte del calendario in memoria della strage, che culminerà nella cerimonia di domani con il ritrovo alle 8,30 davanti al Comune per il corteo che raggiungerà la cascina luogo della fucilazione, dove l’orazione ufficiale sarà pronunciata dalla vicepresidente del Senato della Repubblica Anna Rossomando.

Marco Bertello

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MAGGIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium