/ Volley

Volley | 24 marzo 2024, 18:24

Volley A1/F: sesto posto e play-off scudetto, l’impresa della Wash4green Pinerolo

Festa a Villafranca Piemonte per le ‘pinelle’ che chiudono la regular season sotto le 4 marziane e la ‘regina di coppe’ Chieri

La festa a fine partita (foto di Christian Bosio)

La festa a fine partita (foto di Christian Bosio)

Sesto posto e play-off scudetto. La Wash4green Pinerolo chiude così una regular season incredibile, molto oltre le più rosee aspettative. L’infortunio di D’Odorico a inizio stagione e quello di Ungureanu durante il girone di ritorno erano colpi difficili da assorbire, ma il gruppo creato da coach Marchiaro ha superato tutte le difficoltà e chiuso con una festa al Pala Bus Company di Villafranca Piemonte. I tre punti con l’Itas Trentino (3-0) - mvp Polder - portano le ‘pinelle’ a 37, davanti a Vallefoglia e Roma e sotto le quattro marziane e la ‘regina di coppe’ Chieri.

L’avversaria di mercoledì 27 sarà Milano di Paolo Egonu, con la prima gara in trasferta.

Primo set

Le ‘pinelle’ volano sul 6-1 con due ace di Storck. Trentino prova a riavvicinarsi, ma le padrone di casa allungano ancora sul 13-7 con un muro sempre dell’opposta svizzera. Il turno di servizio di Akrari porta un altro strappo importante (17-8). La Wash4green è inarrestabile e porta a casa il parziale con una fast di Akrari (25-14).

Secondo set

Trentino cambia marcia e parte con +3 (3-6). Però dura poco. Una stoccata di Sorokaite e un 1-2 di Cambi portano le ‘pinelle’ sul 10-8. Le ospiti però non demordono e agguantano la parità con Michieletto che approfitta di un errore in copertura (14-14). La Wash4green ritrova muro e gioco, andando sul 22-18 con Akrari. Sembra lo strappo decisivo, ma le trentine non mollano e annullano tre set point di fila. Chiude Sorokaite con il diagonale del 26-24.

Terzo set

Le trentine ripercorrono le orme del parziale precedente, spingendosi sul 3-7. Le padrone di casa riprendono il ritmo e pian pian rosicchiano terreno fino alla fast e al muro di Akrari che valgono il 19-18. È la svolta che porta le padrone di casa sul 24-19. A chiudere ci pensa subito Sorokaite con un ace che fa esplodere il pubblico del Palazzetto.

Marco Bertello

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium