/ Salute

Salute | 24 febbraio 2024, 07:13

Moncalieri, si riorganizza il dipartimento materno infantile: nasce la neonatologia aziendale dell'Asl To5

La terapia intensiva neonatale del Santa Croce resta il fiore all’occhiello. Azzerato il ricorso ai medici delle cooperative presso la Pediatria del presidio di Chieri

Nasce la neonatologia aziendale dell'Asl To5 (foto di archivio)

Nasce la neonatologia aziendale dell'Asl To5 (foto di archivio)

Non solo i nuovi spazi dell'ospedale Santa Croce, che si è 'allargato' su Ville Roddolo, con un connubio tra sanità pubblica e privato sociale che ha dato nuovo respiro ad una struttura fortemente congestionata, a Moncalieri è stata istituita dall'Asl To5 la neonatologia aziendale.

Cosa cambia con la neonatologia aziendale

Dopo la riorganizzazione del Dipartimento Materno Infantile, la nuova struttura è stata affidata alla guida de dottor Mauro Vivalda, già direttore della pediatria del Santa Croce, per garantire la copertura del fabbisogno di salute in epoca neonatale degli assistiti del territorio e del bacino di utenza definito nell’ambito della rete regionale delle Terapie intensive neonatali (Tin). Essendo aziendale è unica, pertanto garantisce uniformità di trattamento e la migliore continuità nella cura delle patologie ai neonati dei punti nascita di Moncalieri e di Chieri.

Tutti i nuovi servizi

La neonatologia aziendale gestisce: nidi fisiologici aziendali (di Moncalieri e di Chieri) con incontri di accompagnamento alla nascita, accoglienza in sala parto, assistenza al neonato fisiologico, sostegno alla genitorialità e all’allattamento; la Patologia neonatale, in cui vengono assistiti neonati prematuri e/o con patologie associate, fuori dalle condizioni critiche, erogando assistenza specialistica preservando il più possibile il contatto con la famiglia; la Terapia Intensiva Neonatale di Moncalieri operativa per neonati a partire dalle 23 settimane di età gestazionale con necessità di assistenza intensiva non chirurgica.

Il fiore all'occhiello della Tin del Santa Croce

In più, la terapia intensiva di Moncalieri accoglie, oltre i neonati dell’ASL, anche quelli dei punti nascita di Rivoli e di Pinerolo e ha protocollato la propria disponibilità ad accettare pazienti facenti capo alla rete delle TIN della provincia di Torino nell’ambito della attività di trasporto neonatale cui partecipa attivamente; e ancora altre attività ambulatoriali: la neonatologia garantisce ambulatori per il sostegno all’allattamento, di patologia neonatale, di follow-up del neonato prematuro, di ecografia anche e di ecografia cerebrale.

Grazie all’intuizione della Direzione Aziendale dell’ASL To5, la Pediatria del presidio di Chieri, diretta dal dottor Gianmaria Terragni, adesso non dipende più dal coinvolgimento e della presenza di soggetti privati limitando l’apporto esterno al solo rinnovo della convenzione con il San Luigi di Orbassano.

Novità anche a Chieri

L’idea di articolare le attività della neonatologia sui due presidi dell’Asl, nasce dalla volontà di garantire anche al presidio di Chieri prestazioni di medici avvezzi a gestire patologie complesse, proprie delle neonatologie di secondo livello (cioè dotate di Terapia intensiva neonatale) ed ha permesso il raggiungimento dell’obiettivo di attuare una riduzione, fino all’azzeramento (già raggiunto in questo mese di febbraio) del ricorso ai professionisti delle cooperative private a cui la pediatria di Chieri ha dovuto affidarsi negli ultimi anni.

Il Direttore Generale dell’Asl To5, Angelo Pescarmona, ha espresso tutta la sua soddisfazione per l’obiettivo raggiunto: “Siamo riusciti ad ampliare l’offerta della pediatria e a garantire la continuità delle cure prestate, requisito fondamentale per un servizio di qualità e, contemporaneamente, a ridurne la spesa”.

Massimo De Marzi

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A APRILE?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium