/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 12 novembre 2023, 10:37

Le tredici ‘Delizie del Dahu’ sono uscite allo scoperto a Tuttomele

Saranno ambasciatori delle valli Chisone e Germanasca, rappresentando il territorio alle fiere. Si potranno trovare anche nei negozi in espositori specifici

Delizie del Dahu a Tuttomele

Delizie del Dahu a Tuttomele

L’esordio è avvenuto lo scorso weekend a Cavour, in occasione di Tuttomele: tredici tra produttori e piccoli negozi delle Valli Chisone e Germanasca hanno iniziato a promuovere in gruppo i loro prodotti raccolti sotto il marchio ‘Delizie del Dahu. “Il primo settimana di fiera è andato molto bene: la gente è passata, ha apprezzato il nostro lavoro e ha fatto acquisti. Per i visitatori che arrivavano da fuori, ad esempio torinesi e milanesi, abbiamo rappresentato una novità ed erano molto curiosi. Tanti si sono fermati per farsi raccontare la nostra storia” afferma Nicoletta Binelli, della Cooperativa Gm Service che gestisce un macello di Pomaretto e che è capofila del progetto ‘Delizie del Dahu’. Oltre a loro, fanno parte del gruppo: apicoltura V’louBoc, Società Agricola Fratelli Sanmartino, Azienda Agricola Agù Chiaffredo, Società Agricola La Chabranda, Macelleria Ribetto. Tentazioni Golose, Azienda agricola Refourn, Apicoltura Bee Slow, La Peyro, Tratzi Tron, Pascal Emanuele, La Butega di Simone Perrot e Franco Peyronel. Tra le ‘Delizie’ ci sono i loro salumi, i formaggi, il vino, il miele, la frutta e i prodotti da forno.

“Attorno a me ha vedo aziende serie che funzionano dal punto di vista imprenditoriale. La fiducia reciproca è un collante importante del gruppo” spiega Emiliano Barbato di Apicoltura Bee Slow, attività di San Germano Chisone nata una decina d’anni fa. Lui ha aderito prevalentemente per il risvolto territoriale di ‘Delizie del Dahu’: “Anche se siamo sul posto non è detto che tutti qui ci conoscano, presentarci in gruppo nei punti vendita ci permetterà di trovare nuovi sbocchi ma anche di dare un sevizio al territorio” aggiunge. Un falegname infatti sta creando un espositore in legno locale e personalizzato che ospiterà, nelle quattro rivendite coinvolte, i prodotti della rete.

Le tredici aziende rientrano già tutte nella rete per la promozione turistica ‘Terre del Dahu di cui questo nuovo progetto promuove le attività alimentari: “Per ora non ancora tutte le attività delle ‘Terre’ hanno aderito ma ci auguriamo che il gruppo si allarghi al più presto” dichiara Danilo Breusa, assessore dell’Unione montana valli Chisone e Germanasca, ente che ha seguito la nascita del progetto.

Il finanziamento iniziale e lo sviluppo

‘Delizie del Dahu’ è partito grazie al contributo della Regione Piemonte e del Fondo Europeo agricolo per lo sviluppo rurale di 50.000 euro da investire in promozione. “Tuttomele è solo l’inizio: parteciperemo a diverse fiere rispettando il requisito imposto dal bando a cui abbiamo partecipato: le distanze non devono superare infatti i 60 chilometri. Intanto stiamo lavorando per dare sostenibilità economica al progetto: aiutiamo le aziende a calibrare i prezzi dei loro prodotti in modo da poter continuare con la promozione anche quando tutto il contributo sarà speso” annuncia Maurizio Dematteis dell’associazione Piani Verticali che, con Sviluppo Pomaretto, ha fornito assistenza alle aziende per partecipare al bando.

Piani Verticali ha già fornito consulenza per progetti analoghi ma ciò che è successo nelle Valli Chisone e Germanasca li ha stupiti: “Abbiamo già seguito la nascita, ad esempio, di ‘Montagnam’ in Valle Stura – racconta Dematteis –. Ma ciò che ci ha stupiti qui è stato l’atteggiamento della gente: certamente hanno aderito alle ‘Delizie del Dahu’ anche con la prospettiva di un guadagno economico ma tutti lo hanno fatto soprattutto perché sono molto legati al territorio e accettano il ruolo di ‘ambasciatori”.

Nicoletta Binelli guarda al giorno in cui tutto il contributo sarà speso: “Finite quelle risorse andremo avanti con le nostre gambe e l’ingresso di altre aziende nel progetto aiuterebbe proprio a rendere le iniziative economicamente più sostenibili afferma –. Uno dei risvolti positivi sarà la possibilità di partecipare a fiere e manifestazioni enogastronomiche anche oltre confine”. Lei, questo fine settimana, porterà alcune ‘Delizie del Dahu’ nell’Ardèche dove, come Gm Service, parteciperà ad una fiera, ma sta già anche pensando a realizzare un ricettario delle Valli Chisone e Germanasca a base di piatti semplici ed economici preparati con le ‘Delizie del Dahu’.

Elisa Rollino

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium