/ Politica

Politica | 18 settembre 2023, 17:46

Pinerolo lavora alla cittadinanza simbolica per i minorenni stranieri

Il regolamento passerà nel prossimo Consiglio comunale e la prima festa è prevista per maggio 2024

Pinerolo lavora alla cittadinanza simbolica per i minorenni stranieri

C’è già la data per celebrare la festa – il 21 maggio 2024 –. E il regolamento dovrebbe passare in Consiglio comunale entro fine mese. Pinerolo vuole dare una cittadinanza simbolica ai minorenni stranieri per accoglierli nella comunità. La proposta parte da una mozione promossa dalla consigliera di maggioranza Giulia Montan assieme ad altri componenti della sua lista La Città Cresce, agli alleati Pinerolo a Sinistra. La proposta è stata sostenuta anche dal Pd, pur essendo all’opposizione, ed è stata approvata il 29 marzo scorso.

Il regolamento parla di cittadinanza simbolica, perché non ci sono implicazioni giuridiche. Ed è riservata ai minorenni residenti, su richiesta delle loro famiglie, che verranno informate dal Comune della possibilità. Sia a quelli nati in Italia, sia a quelli che sono nati all’estero, ma vivono in città. Per questo secondo caso, il regolamento prevede che abitino nel Belpaese da almeno 2 anni. In totale si tratta di poco meno di 1.000 bambini e ragazzi.

Non c’è il rischio, però, di creare discriminazioni tra di loro e malumori tra compagni di giochi o di classe, perché qualcuno può ricevere la cittadinanza e qualcuno no, vista la regola dei 2 anni? “Abbiamo pensato ai 2 anni, perché la nostra proposta vuole essere da stimolo per una nuova legge sulla cittadinanza per gli stranieri, che i governi che si sono succeduti negli ultimi trent’anni, non hanno mai varato – spiega Montan –. Ma rifletteremo ancora sulle sue implicazioni a livello cittadino”.

Lo scopo del nuovo riconoscimento è proporre un percorso di consapevolezza per gli stranieri e far capire loro cosa vuol dire essere cittadini, in vista del compimento dei 18 anni, quando possono chiedere di diventare italiani a tutti gli effetti. Ma questo percorso come sarà svolto? Si coinvolgeranno le scuole o si faranno incontri extraorario scolastico? “Prima volevamo arrivare all’approvazione della proposta, poi ci confronteremo con le scuole per vedere se si può impostare un percorso in classe – risponde Montan –. Altrimenti troveremo altre soluzioni”.

Intanto di certo c’è già la data: il 21 maggio, che è la giornata per la diversità culturale per il dialogo e lo sviluppo. In quell’occasione, oltre alla pergamena che attesta la cittadinanza, verrà consegnato un kit con copia della Costituzione, personalizzata con il logo della Città di Pinerolo, e una copia dello statuto del Comune ed una pergamena.

Marco Bertello

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium