/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 20 giugno 2022, 15:09

Escort a Torino: quali sono i prezzi medi?

Quello delle escort, si sa, è un ambito lavorativo molto particolare

Escort a Torino: quali sono i prezzi medi?

Quello delle escort, si sa, è un ambito lavorativo molto particolare; ognuno è ovviamente libero di avere le proprie idee a riguardo, anche dal punto di vista etico, ma il fatto che questo sia un vero e proprio settore economico è un qualcosa di innegabile.

Alla luce di questo, dunque, è interessante chiedersi quali siano i prezzi medi praticati dalle escort nella nostra provincia, Torino, ed è possibile rispondere a questa domanda considerando i dati presentati dall’Osservatorio sulla prostituzione online di Escort Advisor.

Prima di presentare queste statistiche è utile premettere che esse riguardano non solo le escort in senso stretto, ma tutti in “sex worker”, sono dunque inclusi in tali cifre anche gli uomini ed i transgender: in portali di annunci come TorinoErotica, d’altronde, si possono trovare tantissime inserzioni riguardanti trans a Torino.

Ma entriamo nel vivo e scopriamo questa curiosità: Torino è una città cara per chi è in cerca dei servizi di una escort, oppure no?

Le tariffe medie delle escort a Torino

Sulla base dei dati presentati si può affermare che i prezzi delle escort a Torino sono nella media nazionale, anzi tendono ad essere abbastanza economici.

Il prezzo medio nella zona di Torino ammonta infatti a 79 euro per servizio, cifra che colloca appunto, seppur di poco, la città piemontese nella parte più bassa di questa classifica.

La differenza con le città più care, d’altronde, è evidente: a Milano e a Roma, infatti, il costo medio di questi servizi ammonta a 100 euro, anche Palermo, Treviso e Varese sono piuttosto care, con 98 euro di media.

Sicuramente esistono anche delle città molto più economiche, le meno care in assoluto risultano essere, infatti, Rieti e Potenza con appena 53 euro, ma le città più care, come visto, sono economicamente più distanti.

Il confronto con i redditi pro capite

C’è anche un’altra importante ragione per sostenere che Torino possa essere considerata una città piuttosto conveniente per quel che riguarda questo settore così particolare, ovvero il fatto che Torino può vantare dei redditi pro capite medi piuttosto buoni.

Nel report in questione, infatti, si effettua un raffronto anche con i redditi medi pro capite, e ciò rende molto più interessanti le statistiche fornite in quanto fa intuire a che punto una determinata città può definirsi “cara”.

Se gli alti prezzi di Milano sono giustificati da redditi medi pro capite molto consistenti, i quali ammontano esattamente a 28.754,7 euro, non si può dir lo stesso ad esempio di Agrigento, dove ai costi elevati, 95 euro per servizio, corrispondono redditi pro capite ai minimi nazionali, pari esattamente a 14.699,58 euro.

Un mercato dalle forti differenze interne

In generale, dunque, si può affermare che questo settore così particolare presenta delle differenze piuttosto forti a livello nazionale: nelle città più care, come visto, si arriva a pagare cifre quasi doppie rispetto a quelle delle città più economiche.

A Torino, i clienti delle escort e di tutti i “sex worker” non hanno di che lamentarsi, anche in rapporto ai redditi medi pro capite, i quali sono decisamente più alti rispetto ad altre città.

Richy Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium