/ Cronaca

Cronaca | 11 giugno 2021, 17:50

Piossasco, l'autopsia conferma: Mottura ucciso da un solo colpo di pistola. Le indagini proseguono a tutto campo

Città in lutto in questo weekend, sarà osservato un minuto di silenzio prima di ogni manifestazione

villetta di piossasco

Piossasco, l'autopsia conferma: Mottura ucciso da un solo colpo di pistola. Le indagini proseguono a tutto campo

E' stato un solo colpo di pistola a causare la morte di Roberto Mottura, l'architetto di 49 anni ucciso all'alba di mercoledì dai ladri che aveva sorpreso in casa, nella sua villetta di Piossasco.

La conferma arrivata dall'autopsia

L'autopsia, eseguita oggi dal medico legale Roberto Testi, ha confermato quanto anticipato nei giorni scorsi da fonti investigative. Il proiettile ha reciso l'arteria femorale della vittima. Continua intanto la caccia ai malviventi, due uomini, con posti di blocco in tutto il Piemonte. I carabinieri del Comando provinciale di Torino e della Compagnia di Moncalieri sono al lavoro sulle celle telefoniche, che potrebbero aver agganciato i telefoni dei criminali.

Si vagliano le immagini delle telecamere

I militari dell'Arma lavorano anche sui video registrati dalle telecamere di sorveglianza posizionate su strade ed edifici della zona in cui si trova la villetta. Immagini che si spera abbiano ripreso alle 4 di mercoledì la fuga di chi era entrato in casa Mottura per rubare ed uscito dopo avere ucciso Roberto. Sugli sviluppi dell'inchiesta al momento c'è massimo riserbo.

Piossasco in lutto in questo weekend

Intanto Piossasco è in lutto per la tragica scomparsa di Roberto Mottura. All'inizio di ogni manifestazione del fine settimana, sia sportiva che culturale, verrà osservato un minuto di silenzio. Lo ha deciso l'amministrazione comunale. "C'è sgomento per quanto accaduto, tutta Piossasco sta dimostrando una grande vicinanza alla famiglia del nostro concittadino. Una bella famiglia, inserita nelle attività della città a vari livelli", ha detto il sindaco Pasquale Giuliano.

"Personalmente non conoscevo la vittima - aggiunge il primo cittadino - però ho raccolto da quanti frequentavano lui, sua moglie Laura e il figlio, grandi attestati di stima".

Il sindaco: "La nostra non è una città poco sicura"

Il sindaco Giualino respinge però l'idea di una Piossasco insicura. "La nostra città non ha un problema di sicurezza né più né meno di altre realtà dell'area metropolitana di Torino. Le stesse forze dell'ordine non segnalano una realtà pericolosa, se questo è il tema".

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium