/ Attualità

Attualità | 03 maggio 2021, 16:13

“Posiamo una pietra d’inciampo nel cimitero di Pinerolo per i migranti morti in mare”

La proposta del Gruppo dell’amicizia islamo-cristiana segue l’ennesima tragedia

Cimitero centrale Pinerolo

Nella notte di giovedì 22 aprile un gommone di 130 migranti è sprofondato nel Mediterraneo e l’ennesima tragedia dei migranti ha spinto il Gruppo dell’amicizia islamo-cristiana a lanciare una proposta per ricordare le vittime del mare.
“Una nostra componente ha proposto di posare qualcosa nel cimitero di Pinerolo per dare una terra a chi è morto nel mare e ricordare queste tragedie – spiega Giorgio D’Aleo, per conto del Gruppo –. Ci siamo informati e abbiamo visto che non si può posare una lapide in un’area che sia destinata alle inumazioni, ma solo nelle aiuole o in spazi simili. Quindi abbiamo pensato a un metro quadrato in cui poter posare una pietra d’inciampo”.

Le pietre d’inciampo sono un’iniziativa dell’artista tedesco Gunter Demnig e si sono diffuse in diverse zone d’Europa. Sono blocchi di pietra ricoperti da una piastra d’ottone che riporta il nome di un deportato dai nazisti. A Pinerolo ce n’è una in via Palestro 8 per Cesare Grosso-Campana, arrestato dai tedeschi il 20 settembre 1943 e assassinato l’11 febbraio 1944, nel campo di concentramento Deblin-Irena in Polonia.

“Vogliamo un segno per non dimenticare quelle tante vittime, uomini, donne, bambini, fuggite da miseria, violenza e guerra, morti due volte. La seconda nella nostra indifferenza” sottolineano dal Gruppo, con lo scopo di riportare l’attenzione sul fenomeno delle migrazioni, “che è più complesso di quanto si pensi e che ha alla base storie di sfruttamento e oppressione” conclude D’Aleo.

I promotori stanno raccogliendo le adesioni di enti, associazioni e cittadini all’indirizzo e-mail amicizia.ic@gmail.com, poi presenteranno formale richiesta in Comune per ottenere un incontro.

“Stavamo già ragionando su un simbolo a ricordo di queste tragedie, quindi sono favorevole, anche nel collocarlo nel cimitero” commenta il sindaco Luca Salvai.

Marco Bertello

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium