/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 13 ottobre 2020, 19:25

Cresce la produzione di mais nel 2020 nel Basso Pinerolese

Le stime della campagna che si sta chiudendo parlano di un 8-10% in più

La Vigonese

La Vigonese

Produzione in aumento nel Basso Pinerolese per una campagna maidicola che, a pochi giorni dalla sua chiusura, presenta un prodotto senza particolari anomalie sanitarie.

«Nella campagna di raccolta 2020 si è registrato un aumento della produzione tra l’8 e il 10% in questa zona – spiega Filippo Bertello, presidente della “Vigonese – Società Agricola Cooperativa” –. Ma ci sono zone del Piemonte che hanno registrato anche un più 20% come la zona di Poirino e Chieri o più 40% nell’Alessandrino». Il perché di un dato superiore al Pinerolese si spiega così: «Nel Basso Pinerolese la percentuale risulta più ridotta in quanto questi terreni, particolarmente adatti alla produzione del mais, avevano già registrato livelli produttivi elevati nelle scorse annate».

Per la Vigonese, che conta su circa 400 soci, si prevede un quantitativo di 500mila quintali ritirati. Una produzione spinta anche da una maggiore superficie coltivata a mais: «Si tratta di 150-160 ettari, circa lo 0,6-0,7% in più, prima destinati, prevalentemente, al grano».

Se cresce la produzione, però, rimangono stabili i prezzi: «Sono praticamente allineati con quelli dell’anno precedente – conclude –. Non si può trovare una spiegazione del prezzo partendo dai semplici dati riguardanti la produzione e il consumo in Italia, perché i prezzi dipendono in gran parte da fattori macroeconomici di portata globale: particolarmente influenti sono le speculazioni finanziarie, gli embarghi e le calamità naturali». 

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium