/ Cronaca

Cronaca | 30 settembre 2020, 18:12

Nichelino, giochi di guerra nel parco e video postato su Instagram: scatta l’allarme ma era un fucile “Soft air”, i carabinieri denunciano l'autore

Problemi per un 30enne operaio meccanico, accusato di esplosioni non autorizzate

Nichelino, giochi di guerra nel parco e video postato su Instagram: scatta l’allarme ma era un fucile “Soft air”, i carabinieri denunciano l'autore

I carabinieri della Tenenza di Nichelino hanno denunciato per esplosioni non autorizzate un 30enne del posto, operaio meccanico.

Nei suoi confronti sono stati raccolti elementi di responsabilità in relazione all’utilizzo di armi “soft air”, identici ad armi da fuoco, e alla contestuale esplosione di artifizi pirotecnici, il cui maneggio e detenzione, è avvenuto di notte nei  giardini pubblici di via Nenni di Nichelino.

Il 30enne ha anche pubblicato un video su Instagram con un nickname, lo scorso 29 settembre, relativo a quanto avvenuto nel parco, poi rimosso dallo stesso social  network. A seguito dell’identificazione dell’autore del video, i carabinieri questa mattina hanno perquisito la sua casa, in quanto durante l’analisi del profilo social del giovane sono emerse ulteriori foto dell’uomo  mentre maneggia altre armi.

Nel corso della perquisizione, sono state rinvenute due armi, una pistola e un fucile modello AK47, entrambe ad aria compressa, fedele riproduzione di armi vere, che il giovane ha riferito di detenere in quanto abitualmente utilizzate per la pratica sportiva comunemente nota come soft air e di  libera vendita.

Il rapido intervento dei carabinieri ha consentito di riportare la calma, dopo che molti cittadini di Nichelino, oltre allo stesso sindaco Giampiero Tolardo, si erano preoccupati della possibilità che il gruppo di giovani potesse detenere delle armi che, in effetti, dal video pubblicato apparivano come pericolose.

Massimo De Marzi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium