/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 16 settembre 2020, 15:11

Malgrado i 300mila euro, nessuno vuole asfaltare a Torre Pellice

Dopo la gara andata deserta, il Comune sta lavorando alla nuova procedura per iniziare ancora nell’autunno gli interventi tanto attesi in paese

Malgrado i 300mila euro, nessuno vuole asfaltare a Torre Pellice

La gara per affidare asfaltature e rifacimento di marciapiedi per 300.000 euro è andata deserta così Torre Pellice corre ai ripari per iniziare gli interventi prima dell’inverno. «Delle 10 imprese individuate dalla procedura negoziale nessuna ha presentato un’offerta. Accade raramente ma non è una situazione così anomala nel post lockdown» osserva Marco Cogno, sindaco di Torre Pellice.

I marciapiedi da rifare sono quelli del centro: sulla Sp 161 nel tratto da via Roma a via Cavour, in viale Trento, viale Rimembranza, via Deportati e Internati, in queste tre strade comunali verrà risistemato anche il manto stradale. Altre asfaltature sono previste in  via Generale Martinat (la fondovalle per Angrogna), via Stamperia, via Ghicciard, via Parri e via Manzoni. Rappezzi invece in via Bescheis Borello, via Pracastel, via Boschetto, via al Forte e nel piazzale del cimitero.

Nonostante l’imprevisto l’Amministrazione comunale punta a incaricare una ditta a metà ottobre: «La procedura ora prevede di individuare solo 5 ditte, la nostra speranza è di iniziare i lavori ancora in autunno perché in inverno le condizioni climatiche potrebbero compromettere la tenuta dell’asfalto».

Cogno considera questa situazione tipica del post lockdown: «In questo periodo sia soggetti pubblici che privati si trovano in difficoltà con i fornitori. Penso che nei momenti di incertezza molte aziende siano rimaste con meno dipendenti, inoltre probabilmente stanno recuperando gli interventi rimasti sospesi in primavera e stentano a impegnarsi in nuovi lavori».

Elisa Rollino

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium