/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 01 giugno 2020, 18:45

Estate in Val Pellice: montagne a pagamento nel weekend

In via sperimentale Bobbio Pellice regolamenterà l’accesso a due strade molto frequentate dai turisti introducendo un eco pass di 3 euro

La Conca del Pra

La Conca del Pra

Un eco pass per accedere nel fine settimana alle strade che portano a due dei luoghi più turistici della Val Pellice: quella della Comba dei Carbonieri che sale al Rifugio Barbara Lowrie e il tratto che da Villanova raggiunge l’imbocco della pista per la Conca del Pra. La decisione è del Comune di Bobbio Pellice che ha pronti due regolamenti finalizzati a disciplinare la circolazione dei mezzi a motore in quelle zone dove già negli anni passati si erano registrati problemi legati alla forte affluenza di turisti. «L’eco pass costerà 3 euro per veicolo e la sua introduzione ha una duplice finalità: sensibilizzare le persone sull’importanza di utilizzare in modo più razionale l’auto e trovare le risorse per gestire e manutenere le due strade che spesso hanno bisogno di interventi» spiega il sindaco di Bobbio Pellice, Mauro Vignola.

La decisione di regolamentare l’accesso alle due zone è diventata prioritaria con l’emergenza sanitaria e la fine del lockdown e passera stasera in Consiglio comunale: «Negli scorsi fine settimana abbiamo avuto un’avvisaglia di quello che sarà l’afflusso dei turisti in montagna quest’anno: è stato intenso, creando dei problemi alla circolazione. È il momento giusto per introdurre una regolamentazione a scopo sperimentale – specifica Vignola – per fronteggiare l’arrivo di un numero alto di escursionisti e per poter garantire una fruizione del territorio in sicurezza».

La strada della Comba dei Carbonieri è percorsa in auto da escursionisti diretti al Rifugio Barbara Lowrie, punto di partenza di numerose camminate, o alle pozze d’acqua formate dal torrente Ghicciard; il pagamento verrebbe riscosso alla partenza: in Borgata Perlà. Il secondo tratto di strada ad essere regolamentato è invece quello che dal piazzale di Villanova – dove già si parcheggia pagando 3 euro – sale fino all’imbocco della pista agrosilvopastorale che porta alla Conca del Pra: un tratto sterrato dove spesso gli automobilisti lasciano l’auto per evitare il parchimetro del piazzale. In questo caso l’eco pass dovrà essere pagato a Villanova. Oltre all’eco pass, l’Amministrazione comunale intende autorizzare alla salita solo un numero limitato di mezzi e intensificare i controlli: «All’esaurimento dei parcheggi disponibili non verranno più emessi pass e, pur essendo un piccolo Comune, troveremo il modo di aumentare i controlli della polizia municipale».

La data prevista per l’entrata in vigore dei regolamenti è metà giugno, nel frattempo il Comune sta valutando di incrementare il prezzo del ticket che permette di percorrere in automobile tutta la pista agrosilvopastorale che porta alla Conca del Pra e che è acquistabile in Trattoria Villanova. «Tocca alla Città metropolitana autorizzare il percorso alle auto. Quando l’avrà fatto, decideremo l’aumento del costo del ticket che negli ultimi anni era di 5 euro – annuncia Vignola –. Rimarrà fisso a 40, invece, il numero dei mezzi autorizzati».

Elisa Rollino

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium