/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 02 febbraio 2020, 18:52

Stanziati i fondi per efficientamento energetico e barriere architettoniche: i contributi in arrivo per oltre 300 Comuni del Torinese

Al capoluogo 250 mila euro, a Moncalieri 170 mila e da lì a scendere fino a 50 mila

Stanziati i fondi per efficientamento energetico e barriere architettoniche: i contributi in arrivo per oltre 300 Comuni del Torinese

Sono stati stanziati i fondi del Ministero dell’Interno, pari a 500 milioni di euro, previsti dalla legge di Bilancio 2020 per tutti i Comuni italiani. E’ stato anche assegnato il fondo da 22,5 milioni di euro destinato per il 2020 a tutti i 1.940 Comuni con popolazione inferiore ai 1.000 abitanti.

Nella nostra provincia sono oltre 300 i comuni a cui sono arrivati i finanziamenti. Ad ottenere una cifra di 50 mila euro Agliè, Airasca, Ala di Stura, Albiano d’Ivrea, Alpette, Andezeno, Andrate, Angrogna, Arignano, Azeglio, Bairo, Balangero, Baldissero Canavese, Baldissero Torinese, Balme, Banchette, Barbania, Bardonecchia, Barone Canavese, Bibiana, Bobbio Pelllice, Bollengo, Borgiallo, Borgofranco d’Ivrea, Borgomasino, Borgone Susa, Bosconero, Bricherasio, Brosso, Brozolo, Brusasco, Bruzolo, Buriasco, Burolo, Busano, Cafasse, Campiglione Fenile, Candia, Canischio, Cantalupa, Cantoira, Caprie, Caravino, Carema, Casalborgone, Cascinette, Caselette, Castagneto Po, Castagnole Piemonte, Castelnuovo Nigra, Cavagnolo, Cercenasco, Ceres, Ceresole Reale, Cesana Torinese, Chialamberto, Chianocco, Chiavereno, Chiesanuova, Chiomonte, Chiusa di San Michele, Ciconio, Cintano, Cinzano, Claviere, Coassolo Torinese, Coazze, Colleretto Castelnuovo, Colleretto Giacosa, Condove, Corio, Cossano Canavese.

E ancora Cuceglio, Exilees, Feletto, Fenestrelle, Fiano, Fiorano Canavese, Foglizzo, Forno Canavese, Frassinetto, Front, Frossasco, Garzigliana, Germagnano, Giaglione, Givoletto, Gravere, Groscavallo, Grosso, Ingria, Inverso Pinasca, Isolabella, Issiglio, La Cassa, Lauriano, Lemie, Lessolo, Levone, Locana, Lombardore, Lombriasco, Loranzè, Lusernetta, Lusiglie, Macello, Maglione, Marentino, Massello, Mathi, Mattie, Mazzè, Meana di Susa, Mercenasco, Mezzenile, Mombello di Torino, Mompantero, Monastero di Lanzo, Moncenisio, Montaldo, Montalenghe, Montalto Dora, Monteu da Po, Moriondo Torinese, Noasca, Nomaglio, Novalesa, Oglianico, Orio Canavese, Osasco, Osasio, Oulx, Ozegna, Palazzo Canavese, Pancalieri, Parella, Pavarolo, Pecetto, Perosa Argentina, Perosa Canavese, Perrero, Pertusio, Pessinetto, Pinasca, Piobesi, Piscina, Piverone, Pomaretto, Pont Canavese, Porte, Pragelato, Prali, Pralorno, Pramollo, Prarostino, Prascorsano, Pratiglione. 

Per copncludere con Quagliuzzo, Quassolo, Quincinetto, Reano, Ribordone, Riva presso Chieri, Rivalba, Rivara, Rivarossa, Robassomero, Rocca Canavese, Roletto, Romano Canavese, Ronco Canavese, Rondissone, Rorà, Rosta, Roure,Rubiana, Rueglio, Salassa, Salbertrand, Salerano Canavese, Salza di Pinerolo, Samone, San Carlo Canavese, San Colombano, San Didero, San Francesco al Campo, San Germano Chisone, San Gillio, San Giorgio Canavese, San Giorio di Susa, San Giusto Canavese, San Martino Canavese, San Pietro Val Lemina, San Ponso, San Raffaele Cimena, San Sebastiano da Po, San Secondo di Pinerolo, Sangano, Sant’Ambrogio di Torino, Sant’Antonino di Susa, Sauze di Cesana, Sauze d’Oulx, Scalenghe, Scarmagno, Sciolze, Sestriere, Settimo Rottaro, Settimo Vittone, Sparone, Strambinello, Tavagnasco, Torrazza Piemonte, Torre Canavese, Torre Pellice, Trana, Traversella, Traves, Usseaux, Usseglio, Vaie, Val della Torre, Val di Chy, Valchiusa, Valgioie, Vallo Torinese, Valperga, Valprato Soana, Varisella, Vausa Canavese, Venaus, Verolengo, Verrua Savoia, Vestignè, Vialfrè, Vidracco,Villafranca Piemonte, Villanova Canavese, Villar Dora, Villar Focchiardo, Villar Pellice, Villar Perosa, Villarbasse, Villareggia, Villastellone, Virle Piemonte, Vische, Vistrorio e Viù.

Prendono un contributo da 70mila euro Almese, Brandizzo, Bruino, Bussoleno, Buttigliera Alta, Caluso, Cambiano, Candiolo, Carignano, Castellamonte, Castiglione Torinese, Cavour, Cumiana, Cuorgnè, Druento, Favria, Gassino Torinese, La Loggia, Lanzo Torinese, Luserna, Mappano, Montanaro, Nole, Pino Torinese, San Benigno Canavese, Strambino, Susa, Vigone e Volvera. Ad ottenere una sovvenzione da 90 mila euro sono Alpignano, Avigliana, Beinasco, Borgaro, Caselle, Ciriè, Giaveno, Leinì, Pianezza, Piossasco, Poirino, Rivarolo, San Maurizio Canavese, San Maurizio Torinese, Santena, Trofarello, Vinovo e Volpiano. Saranno assegnati 130 mila euro a Carmagnola, Chieri, Chivasso, Collegno, Grugliasco, Ivrea. Nichelino, Orbassano, Pinerolo, Rivalta di Torino, Rivoli, Settimo e Venaria Reale, Moncalieri prenderà 170 mila euro ed infine a Torino spettano 250 mila euro.

Gli interventi finanziabili riguarderanno: efficientamento energetico, compresi gli interventi per l’illuminazione pubblica, al risparmio energetico degli edifici di proprietà pubblica e di edilizia residenziale pubblica, nonché all’installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili. Quindi anche sviluppo territoriale sostenibile, compresi interventi in materia di mobilità sostenibile, per l’adeguamento e la messa in sicurezza di scuole, edifici pubblici e patrimonio comunale e per l’abbattimento delle barriere architettoniche. 

Il contributo è attribuito sulla base di 7 fasce, distinte in base alla popolazione residente al 1° gennaio 2018:

- 50.000 euro per i comuni con popolazione inferiore o uguale a 5.000 abitanti; 

- 70.000 euro per i comuni con popolazione compresa tra 5.001 e 10.000 abitanti;

- 90.000 euro per i comuni con popolazione compresa tra 10.001 e 20.000 abitanti; 

- 130.000 euro per i comuni con popolazione compresa tra 20.001 e 50.000 abitanti; 

- 170.000 euro per i comuni con popolazione compresa tra 50.001 e 100.000 abitanti; 

- 210.000 euro per i comuni con popolazione compresa tra 100.001 e 250.000 abitanti; 

- 250.000 euro per i comuni con popolazione superiore a 250.000 abitanti. 

Il Comune potrà finanziare uno o più lavori pubblici, a condizione che gli stessi non siano già integralmente finanziati da altri soggetti e che siano aggiuntivi rispetto a quelli da avviare nella prima annualità dei programmi triennali. Il Comune sarà tenuto ad  iniziare l’esecuzione dei lavori entro il 15 settembre 2020.

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium