/ Politica

Politica | 27 febbraio 2023, 13:19

Contenzioso Omega 2000: “Il Comune di Pinerolo faccia la sua proposta”

Intanto l’imprenditore Ezio Bigotti ha chiesto chiarimenti al sindaco Salvai, dopo la commissione Bilancio in cui erano state citate le sue vicissitudini giudiziarie

Contenzioso Omega 2000: “Il Comune di Pinerolo faccia la sua proposta”

“Da sempre il Comune di Pinerolo in questa vicenda è il player e ci aspettiamo da lui una proposta. Noi abbiamo dato la nostra disponibilità e aperto un confronto, per poi restare stupiti delle affermazioni del sindaco in commissione Bilancio”. La posizione della società Omega 2000 è chiara: la palla è totalmente in mano al Comune, su cui pende una richiesta danni di 8 milioni di euro, che quantomeno ingesserà alcune risorse a bilancio per un tempo non definito.

Una vicenda che ha 15 anni

Un passo indietro per inquadrare una situazione, che risale al 2008. La società in questione è proprietaria di 13.000 metri quadri di terra, dietro la sede Asl di via Poirino 9, e ha chiesto di poter realizzare un intervento commerciale. In tutti questi anni il Comune si è sempre opposto, perché avrebbe dovuto espropriare una parte di proprietà di un altro privato. Ne è nato un contenzioso giudiziario, che sinora ha visto Pinerolo sempre vincitore. Ma c’è ancora una richiesta di danni al Consiglio di Stato, che complica il bilancio cittadino. La Corte dei Conti ha infatti chiesto al Comune di valutare il rischio di soccombenza e accantonare una cifra a bilancio, nel caso venisse condannato. Nel prossimo documento di previsione, verranno quindi immobilizzate alcune centinaia di migliaia di euro – si parla di una cifra attorno ai 500.000 euro –, in attesa della sentenza.

Il tentativo di intesa e le dichiarazioni contestate del sindaco

Per evitare di arrivare alla pronuncia del Consiglio di Stato, ma anche per sbloccare la situazione dal punto di vista urbanistico, il Comune aveva aperto un confronto con Omega 2000, che si è interrotto dopo la commissione Bilancio dello scorso 24 novembre. In quella sede il sindaco Luca Salvai ha parlato della richiesta della Corte dei Conti e ha tirato in ballo le vicende giudiziarie dell’epoca di uno dei soci, l’imprenditore Ezio Bigotti. Lo stesso Bigotti, nei giorni scorsi, ha scritto una richiesta di chiarimenti al sindaco per chiarire affermazioni sul suo conto che “appaiono ambigue ed anche per ciò di tenore sicuramente diffamatorio”.

Salvai ha scritto una risposta che è stata letta nella commissione Bilancio del 16 febbraio, dove precisa di non aver dato un giudizio della persona e ribadisce l’intenzione di arrivare a una soluzione “che possa porre fine al lungo contenzioso in atto fra la Città di Pinerolo e la società Omega 2000”. Come si riaprirà la questione, però, è da capire: “Dobbiamo confrontarci in Giunta e in maggioranza, anche alla luce di cosa sceglieremo di fare sulla variante al Piano regolatore” commenta l’assessore all’Urbanistica Fabiano Vodini. La rottura tra gli uffici comunali e gli estensori del Piano, potrebbe addirittura portare a una riapprovazione del progetto preliminare della variante, permettendo di affrontare la questione Omega 2000 all’interno di quell’atto.

Marco Bertello

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium