/ Economia e lavoro

Economia e lavoro | 04 giugno 2022, 16:20

Coldiretti lancia l'allarme: "Senza gli stagionali, raccolti di frutta e verdura a rischio in Piemonte"

La richiesta: "Sburocratizzare le procedure, accelerare su decontribuzione e voucher"

stagionali - foto d'archivio

Coldiretti lancia l'allarme: "Senza gli stagionali, raccolti di frutta e verdura a rischio in Piemonte"

SOS per i raccolti di frutta e verdura, all’agricoltura italiana servono almeno centomila lavoratori stagionali. E’ quanto afferma Coldiretti nel sottolineare che l’arrivo del grande caldo accelera la maturazione nei campi e rende ancora più urgente far fronte alla carenza di manodopera.  

Occorre – evidenziano Roberto Moncalvo presidente di Coldiretti Piemonte e Bruno Rivarossa Delegato Confederale – velocizzare il rilascio dei nulla osta necessari per consentire ai lavoratori extracomunitari, ammessi all’ingresso con il decreto flussi, di poter arrivare in Italia per lavorare nelle imprese agricole al più presto. Il caldo dei giorni scorsi e le temperature nuovamente in rialzo fanno sì che la frutta e la verdura Made in Piemonte maturino a vista d’occhio. È già partita la raccolta dei piccoli frutti a cui seguiranno le ciliegie e le operazioni di dirado nei frutteti essenziali per produzioni estive di qualità. Siamo già oltre tempo massimo, per questo chiediamo con forza di accelerare anche sulla decontribuzione del lavoro stagionale e sui voucher, semplificando le regole di assunzione".

"Da anni ormai, si è consolidato un meccanismo virtuoso, organizzato soprattutto nel distretto frutticolo del saluzzese e del pinerolese, che non possiamo pensare di fermare - sottolineano i vertici di Coldiretti regionale - Per questo serve agire in fretta per recuperare il tempo perso e consentire ai frutticoltori di salvare una campagna di raccolta che si preannuncia abbondante, dopo la penuria dello scorso anno legata alla terribile gelata dell’aprile 2021. Bisogna consentire anche ai percettori di ammortizzatori sociali, studenti e pensionati di poter collaborare temporaneamente alle attività nei campi prevedendo un piano per la formazione professionale e misure per ridurre la burocrazia e contenere il costo del lavoro con una radicale semplificazione che possa garantire flessibilità e tempestività”.

comunicato stampa

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A LUGLIO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium