/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 01 luglio 2020, 09:14

Furti, lesioni e stalking: cinque persone finiscono in manette a Torino e provincia

I carabinieri sono intervenuti nel centro, ma anche ad Aurora e Barriera di Milano. Fino a Ivrea, Piossasco, Caselle, La Loggia e Nichelino

Furti, lesioni e stalking: cinque persone finiscono in manette a Torino e provincia

Cinque persone in manette, più altre tre denunciate e 8 piante di marijuana finite sotto sequestro. E' il bilancio delle ultime operazioni portate a termine dai carabinieri a Torino e in alcuni Comuni della provincia. Furto, lesioni, anche stalking: sono molti i reati che hanno messo nei guai le persone coinvolte.

In via San Quintino, in particolare, una chiamata al 112 ha permesso di bloccare un rumeno 32enne senza fissa dimora, sorpreso mentre forzava alcuni distributori automatici di un negozio. Il ladro, alla vista dei militari, ha cercato di scappare a piedi ma è stato bloccato. Gli sono stati sequestrati anche alcuni arnesi atti allo scasso. A Barriera Milano, invece, i carabinieri hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia (i fatti risalgono al periodo che va dal 2010 al 2015) un cittadino spagnolo di 64 anni, da tempo domiciliato nel capoluogo piemontese. Ad Aurora, infine, è stato denunciato un rumeno 35enne che, in evidente stato di agitazione psicofisica da abuso di sostanze alcoliche, dopo aver aggredito i titolari di una sala scommesse, ha spintonato e insultato più volte anche i due carabinieri intervenuti dopo la chiamata di aiuto. Una volta bloccato, l'uomo è stato affidato ai sanitari del 118 per poi essere trasportato al Giovanni Bosco. 

Uscendo dal territorio del capoluogo, invece, a Ivrea i carabinieri hanno notificato un’altra ordinanza restrittiva per atti persecutori ad un marocchino di 57 anni che, tramite numerose telefonate e lettere inviate alla ex moglie, aveva scatenato in lei un profondo stato di preoccupazione ed ansia. A Piossasco invece i militari hanno denunciato in stato di libertà un ventenne trovato in possesso nella propria abitazione di 5 vasi di piantine di “marijuana”.

Marijuana anche a Caselle Torinese, dove è stato denunciato un operaio 34enne del luogo che coltivava 3 piante di marijuana e deteneva 50 semi della stessa sostanza, oltre al materiale necessario per la coltivazione.

Nella notte a La Loggia, poi, un tossicodipendente 34enne, in astinenza, ha aggredito il fratello e all'arrivo della pattuglia si scagliato anche contro i carabinieri, che hanno riportato lesioni giudicate guaribili in 8 giorni. L’uomo è stato arrestato per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. A Nichelino, infine, i carabinieri hanno arrestato  una ragazza italiana  di 20 anni per furto di capi d’abbigliamento per un valore di 300 euro all’interno del Centro commerciale “Mondo Juve”.

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium