/ Attualità

Attualità | 19 giugno 2022, 10:00

A Cavour si ‘va per sassi’ con i bambini della scuola dell’infanzia

I piccoli hanno disseminato in paese pietre dipinte dando sfogo alla loro fantasia. Chi le trova è invitato a farle viaggiare, spostandole in un altro luogo del paese

A Cavour si ‘va per sassi’ con i bambini della scuola dell’infanzia

Conoscere e abbellire la natura con ‘Andar per sassi’, il progetto della scuola dell’infanzia di Cavour che invita la cittadinanza a soffermarsi sui dettagli del proprio paese e contribuire ad abbellirlo.

L’iniziativa nasce dall’idea di riavvicinare i bambini delle scuole al gioco all’aria aperta e alla scoperta del territorio, seguendo la filosofia dell’‘Outdoor Education’, la didattica svolta in ambienti esterni, anche al di fuori dei confini della scuola. Ogni sezione della materna di Cavour ha iniziato il percorso scoprendo piccole e semplici nozioni geologiche sulle pietre, come ad esempio la loro formazione e il loro comportamento in acqua. A partire da queste informazioni e aiutati dalla loro fantasia i bimbi hanno poi dipinto e colorato dei sassi e li hanno disseminati nelle aree verdi del paese. L’invito a chi li trova è di prenderli con sé ma non tenerli, bensì di ‘farli viaggiare’ per il paese, in modo da farli trovare da qualcun altro in altri luoghi.

“Dopo due anni di chiusure e isolamenti, sentivamo il bisogno di riavvicinare i bambini alle aree esterne, facendoli riappropriare di un territorio che deve essere anche loro” spiegano le insegnanti della scuola dell’infanzia. “È importante favorire attività che si svolgono all’esterno delle mura scolastiche: con il potenziale coinvolgimento di chiunque trovi i sassi, i bambini sentono che il loro lavoro non è limitato solo a loro stessi ma che può avere un impatto su altre persone, e per questo sono entusiasti del risultato – raccontano –. È già capitato di ritrovare i sassi dipinti in posti inaspettati, qualcuno li ha anche riportati proprio alla scuola, cosicché i bambini potessero farli viaggiare ancora una volta. Speriamo di poter continuare con attività simili per aiutare passo dopo passo gli studenti non solo della materna, ma di tutto l’istituto comprensivo, a riscoprire il piacere di stare all’aria aperta e di conoscere gli spazi del proprio paese”.

Rosa Mosso

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium