/ Val Chisone

Val Chisone | 17 aprile 2020, 19:06

«È stata un’esperienza pesante, perché ha passato più tempo in ospedale che fra le mie braccia»

La mamma della piccola di Pragelato racconta queste settimane di preoccupazione e speranza

«È stata un’esperienza pesante, perché ha passato più tempo in ospedale che fra le mie braccia»

Da oggi la piccola è tornata a casa dopo essere stata quasi un mese in ospedale. E la famiglia ha tirato un sospiro di sollievo. È una bella storia quella che arriva da Pragelato, che festeggia la guarigione dal Covid-19 di una bimba che non ha nemmeno due mesi.

«Quando aveva circa due settimane e mezzo l’abbiamo portata al Pronto soccorso di Pinerolo, perché aveva crisi di apnea, e non riusciva a respirare, e da lì l’hanno trasferita all’ospedale di Cuneo, dove hanno un reparto di terapia intensiva neonatale» racconta la mamma.

La piccola era positiva al Covid-19, mentre la sorella gemella è risultata negativa al tampone.

«È stata un’esperienza pesante, perché ha passato più tempo in ospedale che fra le mie braccia, ma vorrei ringraziare i medici di Cuneo e Pinerolo perché l’hanno curata con amore. Ora che è tornata a casa è cresciuta ed è cambiata tanto».

Dopo settimane di preoccupazione, la scorsa è arrivata la notizia che la piccola era in dimissione e oggi il padre è andata a prenderla accompagnata dalla Croce verde: «È stato molto emozionante e, prima che partisse, sono andati a salutarla una ventina tra medici e infermieri, augurandoci che stesse sempre».

Marco Bertello

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium