Attualità - 21 giugno 2022, 19:58

Il ‘Pipistrello’ di Pinerolo vuole volare con il commerciale

In Comune si discuterà la proposta del costruttore Gallo di cambiare destinazione d’uso a una parte del complesso

Il ‘Pipistrello’ di Pinerolo vuole volare con il commerciale

La situazione è in stallo da anni, da quando c’era il sindaco Paolo Covato, ora, in Comune, è tornata una proposta per sbloccare la situazione del ‘Pipistrello’. L’edificio, che si trova in corso Torino, all’imbocco di Pinerolo, è stato realizzato da Gallo Costruzioni ed è nato con destinazione artigianale, ma non è mai stato completato.

Il costruttore ha provato più volte a richiedere un cambio di destinazione d’uso, anche alla prima maggioranza Salvai. Ora la questione è tornata in municipio e la richiesta è di far diventare commerciale il 25% della superficie lorda calpestabile: circa 900 metri, metà del piano terra. E, secondo esperti del settore, questo vorrebbe dire destinare un intero piano a uso commerciale, perché oltre alla superficie di vendita, ci sarebbero quelle aree che non rientrano nel conteggio della cubatura come magazzini, uffici e ingresso.

La proposta è stata discussa in una riunione ieri tra consiglieri di maggioranza e opposizione, prima di approdare in Commissione comunale. Il via libera alla variante al Piano regolatore comunale, che trasforma le previsioni urbanistiche originarie, deve arrivare dal Consiglio comunale. Al momento non trapela la cifra che Gallo è disposto a sborsare, o a tramutare in opere, per ottenere la quota di commerciale richiesta.

Così come non si conosce cosa finirà nella struttura. In origine il costruttore pensava a un centro per la casa, con superficie commerciale e uffici di geometri, architetti e così via. Ora si inseguono le voci di uno spazio destinato a supermercato, piuttosto che di un’attività che ruoti attorno al campo sanitario e parasanitario. Ma sono solo voci.

Sarà anche da capire la posizione di alcune parti della maggioranza, come l’anima di sinistra e il M5S, che in passato hanno sempre contestato un’eventuale trasformazione in commerciale della struttura o di una sua parte. Il Movimento, in un post sul suo blog, datato 9 novembre 2015 parlava di un “mostro in costruzione”, che il Pd voleva trasformare in “uno splendido mostro concluso”, concedendo la trasformazione in commerciale.

Marco Bertello

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU