Economia e lavoro - 18 ottobre 2021, 19:11

“Non mi vaccino” e vuole aprire una vertenza con l’Skf

Siro Divina di Pinerolo lavora a Villar Perosa e ha ingaggiato un braccio di ferro sulla questione green pass

Skf di Villar Perosa

È andato ai cancelli dell’Skf di Villar Perosa senza green pass e ora vuole fare vertenza all’azienda per tornare a lavorare.
Siro Divina, cinquantasei anni, di Pinerolo lavora in Skf, stabilimento Avio, da ventisei anni. Venerdì scorso, quando è scattato l’obbligo di green pass sui luoghi di lavoro, si è presentato ai tornelli dell’azienda, che servono per far entrare il personale e ogni tot si bloccano per controllare il possesso del certificato verde.
“Avrei potuto entrare e fare finta di nulla, non era detto che sarei stato sottoposto a controllo. Ma ho proprio voluto affrontare la situazione a viso aperto – sottolinea Divina –, ho fatto presente al capo del personale che non avevo il green pass, e che volevo semplicemente entrare e svolgere il mio lavoro, com’è nel mio diritto, e come faccio da ventisei anni a questa parte”.
Il capo del personale, però, ha ribadito le regole introdotte dal Governo e gli ha impedito di entrare: “Gli ho spiegato che non intendevo vaccinarmi, per quella che è una mia libera scelta per altro garantita dalla legge” spiega. Ma nemmeno pensa a fare il tampone ogni due giorni, come prevede la normativa del green pass: “Non intendo sottostare, per questo motivo, ad un ricatto che mi costringe di fatto a pagare per poter fare il mio lavoro. Ho quindi deciso di contattare il sindacato a cui sono iscritto”.
Divina non intende mollare e vorrebbe fare una vertenza all’azienda. Intanto ha già fatto sapere che, se non cambieranno le regole, non tornerà a lavorare fino al prossimo mese di gennaio. Ha anche consegnato una lettera scritta nella quale spiega le proprie ragioni con tanto di riferimenti ad articoli di legge e alla convenzione europea dei diritti dell’uomo: “Non si tratta di semplice questione ‘vaccino sì, vaccino no’, ma di un discorso di libertà personale, che oggi riguarda la vaccinazione anti-Covid, domani chissà. Per questo ho intrapreso con convinzione una battaglia che ritengo riguardi tutti quanti” conclude.

Tatiana Micaela Truffa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU