/ Sport

Sport | 05 gennaio 2022, 17:20

Campionato & coronavirus, l'Asl blocca la partenza del Toro per Bergamo. Juve-Napoli invece si gioca

Dopo l'ulteriore positività di un calciatore, emersa a seguito dei tamponi di stamattina, stoppata la squadra di Juric: ora è a forte rischio anche la gara con la Fiorentina

cairo e juric

Campionato&coronavirus, l'Asl blocca la partenza del Toro per Bergamo. Juve-Napoli invece si gioca

Il campionato di calcio torna a fare i conti con il coronavirus. E per una Juve-Napoli che, salvo novità dell'ultima ora, si giocherà regolarmente domani sera alle 20.45, evitando il bis di quanto avvenuto (con tanto di polemiche, ricorsi e controricorsi) nell'ottobre di un anno fa, l'Asl ha invece bloccato la partenza del Toro per Bergamo: c'è un focolaio di Covid nel gruppo squadra di Juric, niente sfida domani pomeriggio contro l'Atalanta.

Emerso un ulteriore caso di positività

L’Asl Città di Torino ha disposto la quarantena domiciliare obbligatoria per cinque giorni a partire da oggi, mercoledì 5 gennaio, in conseguenza della nuova positività di un calciatore emersa dopo i tamponi effettuati stamattina. Il direttore generale dell'Asl Carlo Picco ha confermato l'isolamento per tutti i positivi e la quarantena per tutto il resto del gruppo squadra.

Il club granata ha preso atto della decisione dell’autorità sanitaria, cui si era rivolta ieri, dopo che erano emersi altri tre casi, situazione che aveva portato ad annullare la seduta prevista al Filadelfia. In questo momento al Torino ci sono sette positivi, tra calciatori e membri dello staff, con il solo Simone Verdi che si è negativizzato tra coloro che avevano contratto il virus negli ultimi giorni del 2021.

A forte rischio anche la Fiorentina

A questo punto appare quasi certo anche il rinvio della gara di domenica allo stadio Olimpico-Grande Torino contro la Fiorentina, alla luce dell'emergenza registrata in casa granata. La speranza è che ora si evitino le lungaggini, le polemiche e i veleni che lo scorso marzo avevano portato al rinvio della sfida contro la Lazio, che venne poi recuperata a pochi giorni dall'ultima giornata di campionato.

Juve-Napoli si gioca (salvo sorprese)

Tutto confermato, invece, malgrado i casi registrati prima in casa bianconera (dove Arthur oggi si è negativizzato) e poi in quella partenopea (compreso il tecnico Spalletti), per quanto riguarda Juve-Napoli: la squadra azzurra dovrà "attenersi scrupolosamente al massimo rispetto delle norme di contenimento e riduzione del rischio", ha ordinato l'Asl Napoli 1 che ha concluso il controllo epidemiologico con il Dipartimento di prevenzione sul club partenopeo.

I giocatori che sono quindi con terza dose o seconda iniettata da meno di quattro mesi oggi possono partire per Torino per il match di domani sera contro la Juve: chi non ha questa card dovrà stare in quarantena, ovviamente chi è positivo al virus è sottoposto ad isolamento.

Massimo Demarzi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium