/ Attualità

Attualità | 28 luglio 2021, 17:07

Ospedale unico Asl To5, per uscire dall'impasse Nichelino propone alla Regione l'area di Debouchè

Il sindaco Tolardo: "Una soluzione che risolverebbe una volta per tutte le diatribe sulla localizzazione della struttura". E apre al prolungamento della metro verso Moncalieri-Nichelino

nichelino per l'ospedale unico Asl To5

Ospedale unico Asl To5, per uscire dall'impasse Nichelino propone alla Regione l'area di Debouchè

Vadò o Villastellone? O piuttosto Cambiano? Nelle ultime settimane la infinite telenovela legata alla sede del futuro ospedale unico dell'Asl To5 aveva visto in campo diverse ipotesi, dopo che la Regione aveva deciso un supplemento di indagine, non dando il via libera all'area di Moncalieri che era stata scelta in passato dalla giunta di centrosinistra guidata da Sergio Chiamparino.

Ed allora, per uscire dall'impasse, scende in campo il Comune di Nichelino, proponendo l'area di Debouchè, che soddisferebbe tutti i requisiti richiesti e potrebbe essere la carta giusta per mettere tutti d'accordo. Una soluzione che ha trovato subito il consenso del primo cittadino di Moncalieri Paolo Montagna.

Il sostegno del Pd all'iniziativa

L'iniziativa è stata lanciata nella mattinata di oggi, mercoledì 28 luglio, dal sindaco Giampiero Tolardo, dal suo vice Michele Pansini, assieme al Consigliere regionale Diego Sarno, che ha garantito all'iniziativa il sostegno del Pd. "Se la Regione, attraverso l'assessore Luigi Icardi, vuole riportare le lancette indietro di 10 anni e 'abbattere', senza motivo, la localizzazione di Vadò (Moncalieri-Trofarello), allora si metta tra le aree disponibili quella Debouchè a Nichelino. Un'area che ha tutte le caratteristiche richieste dai diversi studi e in più rende possibile una valorizzazione di un'area oggi solo residenziale".

"Il Partito Democratico alla perdita di tempo e ai conflitti politici all'interno della maggioranza si farà trovare pronto perché il nuovo ospedale nell'Asl To5 resta una priorità, non per la politica di parte ma per i piemontesi", conclude Sarno.

La lettera di Tolardo alla Regione

Il sindaco di Nichelino ha scritto una lettera al governatore Alberto Cirio (lettera inviata per conoscenza anche all'assessore Icardi, al direttore generale dell'Asl To5 Angelo Pescarmona e al Presidente della Conferenza dei sindaci Ugo Baldi) per spiegare le ragioni di questa iniziativa: "Non vorremo che, per l’ennesima volta, la realizzazione di un’opera così importante per tutta l’area sud e non solo, rimanesse nuovamente incagliata tra pareri, forzature politiche e differenti valutazioni, annullando le decisioni prese negli ultimi anni. Se questo accadesse, la nostra proposta che riguarda un’area attualmente soggetta ad un piano particolareggiato per la costruzione di un corposo complesso residenziale e che così invece cambierebbe in gran parte destinazione d’uso, sarebbe di grande interesse e risolverebbe una volta per tutte le diatribe sulla localizzazione del nuovo ospedale".

Ipotesi prolungamento metro verso Moncalieri-Nichelino

"La nuova area possiede effettivamente innegabili punti di interesse quali: la vicinanza strategica della Tangenziale, che potrebbe anche essere potenziata; la presenza di un’importate Rsa di recentissima realizzazione e del vicinissimo distretto Sanitario; la compatibilità con la permanenza degli Ospedali di Chieri e di Carmagnola", prosegue Tolardo. “Senza contare che nell’eventualità che la proposta prendesse forma, questo sito potrebbe rappresentare uno delle stazioni del prolungamento della metropolitana verso Moncalieri-Nichelino”.

"Basta rinvii, è arrivato il momento delle scelte"

La pandemia ci ha fatto capire molte cose e tra queste sicuramente quanto sia importante avere un servizio sanitario efficiente e all’avanguardia, che passi anche attraverso strutture innovative e moderne. Credo quindi – aggiunge il sindaco di Nichelino - che sia arrivato il momento delle scelte e delle decisioni ed è per questo che, dopo essermi confrontato con la mia maggioranza, alcuni Sindaci dell’area interessata e i proprietari dell'area stessa, ho deciso di avanzare questa proposta”.

"In quest’ottica la Città di Nichelino porrà al centro, come da cinque anni a questa parte, l’azione pubblica per una sanità pubblica sempre più prossima ai cittadini, mettendo a disposizione gli uffici comunali e risorse proprie per completare e realizzare un’opera così importante", ha concluso Tolardo.

Massimo De Marzi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium