/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 07 luglio 2020, 08:32

Juve a San Siro sfida il Diavolo senza Dybala e De Ligt

Il Milan sabato ha battuto la Lazio, certificando di fatto la fuga dei bianconeri a +7 in classifica: stasera sogna uno sgambetto bis. Sarri sereno nonostante l'assenza dei due top player: l'ex Higuain scalda i motori, occasione per Rugani

Juve a San Siro sfida il Diavolo senza Dybala e De Ligt

Oggi il Milan, sabato l'Atalanta. Curioso, ma il destino della Juve passa proprio dalle uniche due squadre che sono state capaci di battere la Lazio da quando è ripreso il campionato. Vedremo già da stasera, con il match numero uno, se almeno i rossoneri sapranno riconfermarsi mettendo in difficoltà anche la capolista, magari portandole via qualche punto.

Dal canto suo, la Juve nelle ultime uscite è parsa in forma come non mai. Si potrebbe quasi osare definendola "sarriana", soprattutto guardando certe azioni a due tocchi e il fraseggio orizzontale, anche se i gol per ora restano colpi di genio dei singoli (vedi Dybala-Ronaldo-Costa contro il Genoa e Dybala-Ronaldo-Cuadrado contro il Toro). A proposito, la Juve ha ormai rinunciato alla difesa perfetta, quella che non aveva subito gol né in coppa Italia (rigori finali esclusi) né in campionato per le prime due partite post-lockdown. Certo però, se poi le gare finiscono 3-1 o 4-1, i tifosi non se ne faranno un cruccio.

Anche il Milan, comunque, sta bene. Tre vittorie (di cui due con Roma e Lazio) e un pareggio (raggiunto al 94' contro la Spal) da quando è ricominciata la Serie A, non male. E poi, per la Juve è sempre un avversario ostico: basti pensare che, dopo l'uno a zero dell'andata (Dybala al 77'), i bianconeri hanno faticato molto a eliminarlo in semifinale dalla Coppa Italia: 1-1 a San Siro con rigore dubbio all'ultimo respiro realizzato da Ronaldo, e 0-0 a Torino con qualche brivido.

Questa sera, alle 21.45, la Juve si presenterà a San Siro con due assenze importantissime: Dybala e De Ligt, entrambi squalificati. In difesa Sarri schiererà Rugani accanto a Bonucci. Una coppia su cui il mister non ha dubbi, tanto che solo una settimana fa aveva dichiarato: "Dispiace non far giocare Rugani, perché si sta allenando benissimo". Eccolo servito. In attacco, zero dubbi: si scalda il grande ex ("grande" non per i rossoneri, che se lo ricordano in una stagione non proprio felice) Gonzalo Higuain, alla prima da titolare dal dopo lockdown. E di cui Sarri ha raccontato un aneddoto: "Lui - ha detto - è l'unico con cui litigo, da sempre. Forse anche perché lui necessita di avere un contraltare aggressivo per tirare fuori il meglio da se stesso".

Ieri il tecnico del Milan Stefano Pioli ha dichiarato esplicitamente che la Juve "è la più forte" e poi ha spiegato: "Credo che questa ci possa spingere a dare il meglio di noi, superando le difficoltà degli impegni ravvicinati. Dovremo eccellere in tutto, perché giochiamo contro i migliori e lo dimostrano da anni. Ultimamente siamo riusciti a battere squadre che stanno nelle prime posizioni in classifica, ma per fermare la Juventus dovremo fare ancora meglio".

"Affrontare il Milan in questo momento è ancora più complicato - ha spiegato invece Maurizio Sarri - perché è in grandissima condizione fisica e mentale. E poi quest'anno ci ha sempre messo in difficoltà". "I risultati delle inseguitrici? - ha poi proseguito l'allenatore bianconero - Non mi interessano e comunque, anche quando dovessero essere favorevoli, non dovrebbero crearci alcun tipo di rilassamento. Questo è un periodo in cui tutte le partite sono difficilissime e sbagliarne una può essere estremamente facile. Determinante è l’aspetto mentale. Anche per questo dobbiamo concentrarci su di noi e sulla partita che ci aspetta. Non mi interessa nemmeno sapere chi affronteremo quella successiva".

Ad arbitrare il match, che sarà visibile in diretta streaming su Dazn, sarà Marco Guida della sezione di Torre Annunziata.

Daniele Angi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium