/ Viabilità e trasporti

Che tempo fa

Cerca nel web

Viabilità e trasporti | 02 dicembre 2019, 13:15

In arrivo modifiche al percorso della pista ciclabile di Villar Perosa

Le biciclette non passeranno più in via Dante Alighieri, dove transitano mezzi pesanti. Nei prossimi giorni si terrà un incontro con i progettisti aperto a tutti

In arrivo modifiche al percorso della pista ciclabile di Villar Perosa

La pista ciclabile non passerà in via Dante Alighieri, vicino all’Skf di Villar Perosa. I progettisti hanno predisposto un tracciato alternativo che prova ad accogliere le contestazioni del Comitato Noi di Villar e della minoranza in Consiglio comunale.

Da qualche tempo, il percorso è al centro di una serie di contestazioni della minoranza e di numerosi villaresi che si sono costituiti in Comitato raccogliendo centinaia di firme.

Mercoledì scorso l’argomento è ritornato in Consiglio comunale con una mozione di Movimento Libero Villarese, che chiedeva di rivedere il progetto e di fare trasparenza sui costi.

«I costi sono noti e l’argomento è passato in Consiglio l’ultima volta ad agosto» ha ribattuto il sindaco Marco Ventre, che però ha teso una mano su un problema sollevato dalla minoranza. Il consigliere Giancarlo Di Pietro aveva rilevato la pericolosità di far passare le biciclette in via Dante Alighieri dove passano i mezzi pesanti in entrata e uscita da Skf.

La nuova ipotesi prevede un passaggio dalla piazza mercatale, per poi ritornare su via Nazionale proprio dall’incrocio con via Alighieri. C’è poi anche un’altra modifica, che prevede un prolungamento del tragitto su via Nazionale in direzione della rotonda ex Sachs. Proposte (vedi le foto a fine articolo) che il Comune presenterà in un incontro pubblico con i progettisti, che dovrebbe tenersi il 9 dicembre alle 14: «Abbiamo raccolto alcune istanze della comunità – spiega Ventre, che ha incontro “Noi di Villar” giovedì mattina –. Resta il nodo dei quattro parcheggi che salteranno su via Nazionale (dall’innesto da via Alighieri, ndr)». Questo è un punto contestato aspramente dalla minoranza e dal Comitato.

«Io sono figlio di commercianti che esercitavano in quella zona e togliere anche solo 4 parcheggi vuol dire costringere i negozianti a “contendersi” gli altri posteggi rimasti, in un momento difficile economicamente» ha contestato Massimo Raviola (Movimento libero villarese) nello scorso Consiglio..

Ventre ha però ribadito che la ciclabile di Valle sarà un’occasione di sviluppo del territorio: «Abbiamo raccolto 40 manifestazioni di interesse, tra cui aziende come Tekfor e Skf. Sarà un’occasione per promuovere la mobilità sostenibile e lo sviluppo, quando per anni non si è mai fatto nulla. Inoltre riqualificheremo viale Pertini, nonché posizioneremo una statua di valore molto importante alla rotonda che realizzeremo a “Una Finestra sulle Valli”».

Marco Bertello

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium