/ Scuola e formazione

Che tempo fa

Cerca nel web

Scuola e formazione | 01 dicembre 2019, 09:30

Da lunedì a Torre Pellice parte il “bus” che accompagna a scuola a piedi

Il servizio sarà attivato per gli alunni della scuola primaria: durante il passaggio del pedibus via Roberto D’Azeglio diventerà completamente pedonale

Da lunedì a Torre Pellice parte il “bus” che accompagna a scuola a piedi

È in arrivo il pedibus per gli alunni della scuola primaria di Torre Pellice. Il Comune di Torre Pellice, assieme all’Istituto comprensivo G. Rodari e con la collaborazione di nonni e genitori, ha infatti istituito un servizio di accompagnamento a piedi degli alunni fino al complesso scolastico di via Roberto D’Azeglio. Il pedibus partirà da lunedì 2 dicembre. E, durante il suo passaggio, verrà chiusa al traffico tutta via Roberto D’Azeglio, su cui affaccia l’ingresso della scuola.

«Al momento i bambini iscritti sono 23 ma è possibile ancora aderire. Gli accompagnatori, tutti volontari, perlopiù genitori o nonni, sono invece 16 e presteranno il servizio a coppie sia all’andata che al ritorno, mentre un volontario dovrà comunque tenersi disponibile per eventuali sostituzioni» Sara Tron, consigliere comunale e presidente del consiglio d’istituto, presenta i numeri del servizio in partenza.

Il tragitto inizierà dall’area valdese del centro di Torre Pellice per raggiungere l’ingresso della scuola primaria: «Il ritrovo è alle 8, al parcheggio olimpico che si affaccia su via Volta, davanti alla casa dei professori. Ci incammineremo poi per via Beckwith, già area pedonale, per svoltare in via Roberto D’Azeglio». Per mettere in sicurezza quest’ultimo tratto è prevista la pedonalizzazione temporanea di tutta la via che durerà il tempo necessario per fare passare i bambini accompagnati: «Fin’ora solo un tratto di questa via veniva bloccata al traffico negli orari di entrata e uscita di scuola, adesso invece verrà chiusa per tutta la sua lunghezza».

Il ritorno dei bambini al parcheggio olimpico è previsto per le 16,25 e chiunque volesse ancora aderire al servizio deve rivolgersi all’ufficio scuola del Comune. «Arrivassero ulteriori iscrizioni saremmo disponibili a individuare nuovi adulti accompagnatori» assicura Tron.

Elisa Rollino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium